Grande è la confusione…

Chi ha seguito questo sito anche prima che diventasse un blog conosce la mia passione per le canzoni dei CCCP Fedeli alla linea. Ho passato gli anni ’80 con la loro musica, o per meglio dire, con le loro parole.
Punk filosovietico. Un misto tra la dissacrazione del Punk e l’ortodossia del comunismo. Canzoni come Rozzemilia le ho vissute come critiche ai DS prima ancora che nascessero.

Ricordo ancora la prima volta, la quale naturalmente fa sempre male, quando quindicenne ascoltai Spara Juri. Erano anni strani, un decennio che volgeva al termine, l’adolescenza che si perdeva, il muro che cadeva. Da quel giorno non ho mai smesso di ascoltarla e tutt’ora la ascolto a distanza di vent’anni.

Il cantante dei CCCP si chiamava Giovanni Lindo Ferretti e racchiudeva tutto questo molto bene.
Brutto, sporco, cattivo, ma… fedele alla linea.
Dai CCCP si passò ai CSI, e dopo ai PGR. Dal punk filosovietico alla “grazia ricevuta”, alla conversione religiosa. Un percorso ancora più netto del PCI/PDS/DS citato ieri sera da Ferrara.
Cosa c’entra Ferrara direte voi? Chi si fa questa domanda non vada avanti nella lettura e faccia finta che non sia successo niente.

Io invece ho avuto la sfortuna di avere la TV sintonizzata su LA7 alle 20.30, ho avuto la sfortuna di vedere Ferrara con in mano il vinile di Ortodossia (sigh), ho avuto la sfortuna di sentire Giovanni Lindo Ferretti ospite di Ferrara.
Sono anni che non seguo Giovanni Lindo Ferretti nei suoi percorsi, sapevo della sua “conversione”, ma ho comprato “Reduce”, il libro edito da Mondadori scritto da Ferretti, come per una voglia di ritrovare qualcosa, di sperare in chissà cosa. Dopo 3 pagine ho smesso di leggerlo. Un caos di parole tra redenzione dell’anima e peccato originale… quello di essere stato comunista naturalmente. Ieri sera vedendolo a Ottoemezzo sono stato colto da una strana tristezza. Come si fa mi domandavo? Chi è mi domandavo? Non è possibile che sia lui.
Dai CCCP a Ferrara passando per Ratzinger… dice che ha votato centodestra e si è “liberato” da un peso.
Grande è la confusione, sopra e sotto il cielo, ci si può solo perdere.
E lui ci si è perso per bene.

Per fortuna rimangono le sue parole scritte in anni diversi da questi. Per fortuna anni fa ebbi la possibilità di assistere ad un concerto di Alfredo Bandelli, il quale per introdurre “Contessa” disse che una canzone sopravvive anche al suo autore, ed ai percorsi del suo autore.

E per fortuna
Non so dei vostri buoni propositi
perché non mi riguardano
esiste una sconfitta
pari al venire corroso
che non ho scelto io
ma è dell’epoca in cui vivo

Pubblicato da conraid

I am a italian web designer and developer.

Unisciti alla discussione

10 commenti

  1. Vostra? io sono abituato a parlare per me e per nessun altro. Al limite la confusione è mia, ma non credo. Io, nel bene e nel male, sono rimasto delle mie idee, e nessuna apparizione mistica mi ha fatto “convertire” a qualcosa che ho sempre criticato.
    Non vedo nessun completamento da questa “conversione”, ne un non allinearsi. Anzi. E’ un allinearsi bello e buono. Allinearsi ad un pensiero che è l’antitesi di ciò che cantava anni fa. Niente di male in tutto questo, ma un po’ di dignità non guastava. Non sono le sue idee attuali a mettermi tristezza, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma il modo in cui le dice. Forse chi non è stato un fans dei CCCP non può capire, non lo so.
    Purtroppo Reduce l’ho letto, o meglio, ho provato a leggerlo, ma non ci riesco, parole mescolate gettate li con un ritmo che non riesco a seguire. Mi sembra un po’ strumentale dire che è frutto di inquietudine. Vedo quelle parole come frutto di una totale “confusione”, tanto per rimanere in tema.

    Comunque mi fa piacere notare tutto questo interesse verso la vicenda. Ed egoisticamente parlando posso dire che non ci sono mai stati tanti accessi per questo sito come adesso. Altri siti che mi citano, commenti senza indirizzi mail esatti (che il filtro antispam blocca), mail di lode e di critica.
    I CCCP sono stati molto più di quanto si immagini. Pigri di testa e ben vestiti.

  2. Dico vostra perchè non sei il solo ad avvertire confusione, e più o meno le argomentazioni di chi si sente smarrito sono le stesse.
    Io ho amato i cccp, ho amato i csi, amo i pgr, Ferretti mi fa impazzire.
    Non capisco cosa intendi quando parli di dignità.
    Ferretti continua a non sputtanare i suoi vecchi amici, più dignità di così? Io vedo (e leggo) in lui una grande serenità, nonostante i rischi che si è preso. Sai meglio di me che si è beccato un bel po’ di nomi in giro, basta che giri nel web o su qualche forum (quello di Maroccolo per esempio, e non è un caso).

    Mi ricordo dei discorsi belli tondi e ragionevoli.

  3. Confusione per la sua conversione? Su dai, al limite provo delusione, ma non confusione, a me non ne viene niente. Rimangono le canzoni dei CCCP. Io mi sono fermato li, già i CSI non mi attiravano così tanto. Parlo di confusione perché mi ha dato un senso di tristezza vederlo in quel modo da Ferrara.
    Mi ricordo anche io di discorsi belli tondi e ragionevoli, adesso ti sembrano così?
    Parlo di dignità proprio perché in quell’intervista non ho visto una persona esprimere discorsi “tondi e ragionevoli”, ma pensieri confusi e smarriti. Sereni certo. Lo vedo che è sereno. Anche troppo oserei dire.
    Come lo era Ferrara nel presentarlo.
    Come lo è chi ha trovato una via per la salvezza.
    Sembrava uno spot per prendere in giro chi è ancora di sinistra. Convertitevi. Questo è il messaggio che traspariva dalla trasmissione. Forse Ferretti non voleva fare questo. Ma Ferrara sì secondo me.
    Se essere sereni è questo preferisco essere inquieto.
    Non sputtana i suoi vecchi amici dici. Perché dovrebbe dico io? Ho parlato di dignità non di infamità. Sono cose ben diverse dentro di me.
    E comunque ognuno può pensarla come vuole, ma non mi venire a dire che le canzoni dei CCCP acquistano valore da questa conversione. Al limite ne perdono un po’.
    Per adesso non mi sono ancora soffermato a rileggere una parte di storia della musica italiana (perché secondo me è questo) alla luce di questa “conversione”. E forse non lo farò mai.
    Pensare ai CCCP osannati dalla destra….

    Ci hanno davvero preso tutto

  4. “Nonostante il suo passato nell’estrema sinistra extra-parlamentare di Lotta Continua, negli ultimi anni ha riscoperto le proprie origini cattoliche ed ha maturato idee politiche che lo hanno portato a votare per la coalizione di centro-destra nelle elezioni dell’aprile 2006. Nel 2006 ha pubblicato un nuovo libro, intitolato Reduce, nel quale descrive la sua nuova poetica esistenziale attraverso una biografia fitta di memorie d’infanzia, poesie e anatemi sulla società contemporanea. La sua conversione è stata preannunciata già attraverso un’intervista di Antonio Socci pubblicata dal quotidiano Libero in cui Ferretti dichiara la scoperta dei testi del neo eletto Papa Ratzinger e di cattolici come Don Giussani.”
    http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Lindo_Ferretti

    Che fine ingloriosa: intervistato ed abbonato a Libero, “illuminato” da Don Giussani, quello di Comunione e Liberazione, quello di Berlusconi “uomo della provvidenza”… Che pena. Ferretti si aggiunge agli squallidi personaggi del libro “I peggiori crimini del comunismo” di Chiesa e Vauro.
    Anche De Andrè si avvicinò alla religione, ma in maniera del tutto diversa, mantenendo “l

  5. Di che se ne dica Giovanni Lindo Ferretti è riuscito ancora una volta a sorprenderci.”Reduce” è il suo ritorno a casa, in un isolamento bucolico, appunti sinceri in cui il cavaliere nero racconta di un viaggio introspettivo alla ricerca di una linea oramai perduta. Mettersi in discussione oggi è essenziale

  6. Ho visto Ferretti da Ferrara e ci sono rimasto di sale. Non sapevo un tubo della sua “conversione” ma per me Ferretti era quello che cantava di una Emilia paranoica, di uno Juri che doveva sparare e del Tavor & simili… Poi c’era anche chi mentiva e l’ “annus horribilis”…

    Che mica ho capito perchè “quel” Ferretti mi piaceva come cantante però mi piaceva e mi ero fatto un idea.

    Punk Islam, sbraitava “quel” Ferretti e io mi sono scoperto a urlacchiare “PUNK ISLAM UND ISLAM PUNK” dal finestrino della mia automobile con la gente che mi guarda in bilico tra lo stupito e lo spaventato.
    A 40 anni avevo riscoperto la gioia del Punk.

    Poi ho visto un Ferretti in versione “da Pietralcina”.
    Oh, saranno anche fatti suoi ma non potevo credere che quell’uomo magro e con la faccia serafica (quasi da Valium) fosse lo stesso che canta dai dischi…

    Poi, che diamine… Proprio da Giuliano CICCIOFerrara doveva andare?

    Ora mi sento come se Guccini si fosse iscritto a Forza Italia.

    Non ci hanno ancora tolto tutto ma temo che sarà il corso del tempo a farlo…

  7. mamma mia che delusione ma la cosa che più mi fa rabbrividire e che lindo ha votato gente mafiosa corrutrice e condannata come dellutri previti berlusconi e i loro sottomessi come fini ecc.
    propio non mi va giù che uno come lui che mi faceva emozionare con emilia paranoica, live in punkov annarella e curami abbia rivoltato cosi il suo modo di pensare e fare musica certo si può e (in certi casi) si deve cambiare ma non cosi caro lindo mi sembri alla stregua di gente come bondi o ciccioferrara appunto allora sai cosa ti dico vattene con la tua nuova combricola per me non esisti più

  8. Speriamo… comunque, anche se non pensavo alla conversione, a me c’era qualcosa che non tornava già in certi discorsi dei primi tempi e, non a caso, nelle lettere contenute in Canzoni Preghiere Danze, disco dell’epoca della conversione.
    Perché la sua conversione al cristianesimo è cosa vecchia, è quella alla destra che è recente (anche se durante gli anni ’90 una serie di affermazioni hanno annunciato a tappe questo “spostamento”).
    E questa tra l’altro è stata annunciata con la lettera a Ferrara sul referendum sulla procreazione assistita, una lettera che era un misto di boiate fuori luogo e fuori argomento accozzate malissimo e confusamente, dove la prima dignità che aveva perso era quella di scrittore.
    Mi sorprende relativamente questa svolta, me ne sorprende l’entità e lo sbraco.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: