Perché scrivo in questo blog?

E’ tanto che non scrivo su questo blog. In questo periodo ne sono successe molte. A me ed al mondo.
Sulle mia meglio tacere, non interessano a nessuno, mi fa solamente piacere poter vedere ciò che scrivo, ad un certo punto ho avuto paura, e ne ho ancora, che sarebbe stato difficile.
Nel mondo è successo molto, di cui saprete già tutto. Alcune cose mi hanno colpito, altre sono passate inosservate. Forse in altri momenti mi sarei anche arrabbiato per alcune cose, e magari ci avrei scritto un post. Ma adesso sembra tutto così lontano da me. In ordine sparso avrei voluto commentare la morte Antonioni, il V-Day, il trasferimento di Lucarelli, i deliri della classe dirigente di questa città e di questa regione, tacendo su quella nazionale che è già troppo commentata. Chissà, magari ne parlerò, anche se una delle regole del buon blogger impone di commentare i fatti quando succedono, e non dopo. Ma eccoci alla domanda del titolo: perché scrivo in questo blog?

Annunci