Una favola censurata

C’era una volta una bellissima canzone, cantata da un geniale ubriacone e da un’artista non più tra noi, Shane MacGowan e Kirsty MacColl.
Punk, irlanda, alcool, danze, natale, favole che si mescolano e ci regalano emozioni.
C’era una volta dicevo, ed adesso che c’è? C’è la BBC che dopo ventanni dalla sua incisione ed a cinquantanni dalla nascita di Shane MacGowan, nato a Natale come nelle favole più belle, che fa? Censura la canzone perché contiene la parola “faggot” (frocio).
Fuck you BBC

Vi voglio lasciare con questa splendida poesia che si intitola “Fairytale of New York”

Sei un barbone, sei un teppista
Sei una vecchia troia drogata
Li’ sdraiata quasi morta con la flebo in quel letto
Tu ladro tu bruco
Tu piccolo insignificante frocio
Buon natale coglione, prego Dio che sia l’ultimo per te

FAIRYTALE OF NEW YORK

It was Christmas Eve babe
In the drunk tank
An old man said to me, won’t see another one
And then he sang a song
The Rare Old Mountain Dew
I turned my face away
And dreamed about you

Got on a lucky one
Came in eighteen to one
I’ve got a feeling
This year’s for me and you
So happy Christmas
I love you baby
I can see a better time
When all our dreams come true

They’ve got cars big as bars
They’ve got rivers of gold
But the wind goes right through you
It’s no place for the old
When you first took my hand
On a cold Christmas Eve
You promised me
Broadway was waiting for me

You were handsome
You were pretty
Queen of New York City
When the band finished playing
They howled out for more
Sinatra was swinging,
All the drunks they were singing
We kissed on a corner
Then danced through the night

The boys of the NYPD choir
Were singing “Galway Bay”
And the bells were ringing out
For Christmas day

You’re a bum
You’re a punk
You’re an old slut on junk
Lying there almost dead on a drip in that bed
You scumbag, you maggot
You cheap lousy faggot
Happy Christmas your arse
I pray God it’s our last

The boys of the NYPD choir
Were singing “Galway Bay”
And the bells were ringing out
For Christmas day

I could have been someone
Well so could anyone
You took my dreams from me
When I first found you
I kept them with me babe
I put them with my own
Can’t make it all alone
I’ve built my dreams around you

The boys of the NYPD choir
Were singing “Galway Bay”
And the bells were ringing out
For Christmas day

The Pogues – 1987

Pubblicato da conraid

I am a italian web designer and developer.

Unisciti alla discussione

1 commento

  1. Bellissima questa canzone, e fantastici i Pogues…Purtroppo oggi stiamo assistendo a parer mia ad una smitizzazione di personaggi anticonformisti che hanno caratterizzato i decenni passati, ed ogni scusa è giusta per censurare e mandare a casa. La verità è che ci vogliono inscatolare e rendere tutti uguali, e certi personaggi non vanno bene con la morale imposta……….

    “Se dovessi cadere nel profondo dell’inferno, dentro un fiume nero come l’inchiostro
    Rotolare perduto tra i sacchi d’immondizia, in un baratro senza ritorno
    Se dovessi sparire nei meandri della terra e non vedere più la luce del giorno
    ma è sempre soltanto la stessa vecchia storia e nessuno lo capirà
    Ma lasciatemi qui nel mio pezzo di cielo ad affogare i cattivi ricordi
    nelle vie di New York il poeta è da solo e nessuno lo salverà”
    Questa è dedicata a lui, al poeta….Morte di un poeta!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: